Historical Model

Spectacles makers since 1959

La storia contemporanea del brand Hally & Son ebbe inizio nel 2011 con il ritrovamento, all’interno dei nostri archivi aziendali, di un misterioso scatolone contenente progetti e prototipi appartenuti ad un’altra era.

Idee di un personaggio lontano a noi, di cui sappiamo poco, ma di cui abbiamo cercato di ricostruirne la storia grazie agli scritti ritrovati. Un uomo forte, dedito al lavoro, dotato di grande personalità e creatività, il cui nome era Mr Hally. Questi sono i primi prototipi Hally & Son ritrovati quel giorno.

Occhiali realizzati a mano da Mr Hally, presumibilmente a cavallo tra gli anni ’40 e ’50. Alcuni particolari hanno subito attirato la nostra attenzione. L’asimmetria sul dettaglio delle cerniere e il terminale d’asta arrotondato come se fosse un bottone. Elementi questi in grado di dare grande riconoscibilità al prodotto.

Proprio dal ritrovamento di questi modelli è nata in noi la volontà di portare avanti il concetto nato e sviluppato molto tempo fa in Inghilterra.

Dentro lo scatolone, oltre ai prototipi, furono ritrovati anche molti disegni, appunti e uno dei suoi taccuini personali che ci ha permesso di ricreare il mito Hally & Son.

Per noi lo scatolone ritrovato negli archivi aziendali possiede in sé anche una missione, ovvero quella di continuare quanto creato da Mr Hally.
Ci siamo sentiti in dovere quindi di far rivivere il sogno Hally & Son e di portare alla luce quei modelli che erano rimasti incompleti e rimasti archiviati per più di 50 anni.

La modalità di ritrovo e la rara bellezza dei progetti ci ha motivati e spinto a portarli avanti a reinterpretare in chiave moderna i concetti espressi cercando di mantenere vivo il legame con il passato.

Citazioni

A tutti quegli artigiani che hanno vissuto il sogno degli occhiali, dedichiamo le nostre collezioni”.

Il bello è qualcosa di immutabile e quindi di eterno. Il mio sogno è quello di realizzare un occhiale senza tempo in cui la sua bellezza risplenda di generazione in generazione. Penso che la cultura italiana possa darmi un grande aiuto in questo mio cammino”.

le mie collezioni custodiscono un’anima, la quale finalmente è stata appresa e apprezzata dagli intellettuali possedenti un certo stile. Le incredibili emozioni che ho provato in questi anni sono difficilmente descrivibili ma facilmente interpretabili… Ce l’ho fatta! Il mio sogno si è avverato, le mie realizzazioni sono state apprezzate”.

 

Vedi Video

highlights

English